Le origini naturali del paesaggio costruito italiano

Lunedì 24 Aprile 2017

Maccagno

Che cosa a suo avviso lega così profondamente il laterizio all’architettura e al paesaggio italiani?

Ho sempre trovato un fascino particolare nel pensare che un tempo, specialmente nei contesti rurali, i mattoni necessari alla costruzione delle cascine o delle abitazioni fossero fabbricati in loco, a poca distanza da dove si voleva costruire. Tale circostanza ha creato in certi contesti un legame unico tra il costruito e la natura, tra l’architettura e il paesaggio, dove la prima informa il secondo, divenendone pienamente parte quale carattere peculiare. Il laterizio è pertanto un materiale “naturale”, che si integra per sua stessa vocazione in maniera assolutamente congrua nel paesaggio, senza necessità di elementi di mediazione, quali ad esempio la tinteggiatura o altri apparati di mitigazione. Il denominatore comune che può virtuosamente unire il laterizio all’architettura e al paesaggio italiani può essere individuato nell’elemento “qualità”. Le architetture in laterizio, siano esse storiche piuttosto che contemporanee, urbane o rurali, sono sempre individuabili quali realizzazioni di qualità alta, che si inseriscono in maniera consona e armoniosa nei variegati ed eccelsi paesaggi del nostro bel Paese

> Scarica articolo completo



Ricerca prodotti

Seleziona il prodotto e scarica il PDF della scheda tecnica:

GRUPPO RIPA BIANCA SRL
Via Santarcangiolese, 1830 - 47822 Santarcangelo di Romagna (Rn)
Tel. +390541626132 - Fax +390541625533 - info@grupporipabianca.it
P.IVA 04090230402


Privacy Policy Cookie Contatti

Rimani sempre aggiornato

Scrivi la tua mail per ricevere le ultime novità, gli articoli e le informazioni su eventi e iniziative selezionate dallo staff del Gruppo Ripa Bianca.

*  Nome e cognome:
*  Indirizzo e-mail:
 Autorizzo Gruppo Ripa Bianca al trattamento dei dati personali da me forniti nel rispetto del decreto legislativo n. 196/2003.

Seguici su:

Credits webit.it